Si chiamerà Emmanuele

Si avvicina ormai il Natale, per tutti i cristiani, di tutte le latitudini.
L’Emmanuele, il Dio con noi, si fa presente con la sua tenerezza e fragilità, che a contatto con i bambini del Centro Zulianello, si fa sentirecon tutta la sua forza profetica …un Dio bambino!
Prepariamo insieme il Natale per celebrarlo nella Pace e nell’Amore, come solo un Bambino sa celebrare…auguri a tutti i nostri amici!

Santo Natale

WhatsApp Image 2018-12-18 at 18.23.38

WhatsApp Image 2018-12-18 at 18.23.39

Advento … vinde, Senhor Jesus!

IMG-20181204-WA0009Con l’Avvento inizia, per i cristiani, un nuovo anno liturgico. L’Avvento è il periodo “forte” che ci prepara alla grande festa del Natale, festa del Dio che si fa uomo, che si manifesta come l’Emmanuele … il Dio con noi! Per questo motivo nel periodo di Avvento si fa più insistente l’invocazione “Maranatha! Vieni Signore Gesù … Vinde Senhor Jesus!”

In questa prima settimana di Avvento, al Centro Zulianello i ragazzi hanno avuto IMG-20181204-WA0004l’opportunità di preparare la loro “corona dell’Avvento”, simbolo della luce, simbolo dell’attesa… Gesù è la luce che illumina ogni uomo. Mentre la sua venuta si avvicina, la sua Luce si fa più intensa e la nostra vita viene sempre più riscaldata e illuminata da questa Luce, che si fa presenza, speranza, promessa di pace e di amore.

Dio dell’universo, fa’ che ritorniamo,
fa’ risplendere il tuo volto e saremo salvi!

(dal Salmo 80)

Diritti dell’infanzia, a scuola di “partecipazione”!

La giornata internazionale per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza celebra la data in cui la Convenzione internazionale sui diritti dell’infanzia venne approvata dall’ Assemblea generale delle Nazioni Unite, il 20 novembre 1989.

Ogni anno, il 20 novembre, si ricorda questa data in quasi tutti i paesi del mondo.

IMG-20181121-WA0015Rendere possibile la partecipazione ad una vita sociale attiva dei bambini e dei ragazzi è responsabilità di tutti, dagli educatori ai formatori, dai coordinatori agli enti, ma anche dei bambini e ragazzi stessi. La partecipazione, infatti, è uno dei principi che costituiscono l’anima della Convenzione ONU per i Diritti dei minori ed è un diritto umano imprescindibile, soprattutto nei contesti di accoglienza fuori famiglia d’origine.

E’ importante promuovere la partecipazione dei bambini e dei ragazzi alla loro vita, riconoscendoli prima di tutto come persone con proprie competenze e opinioni. Ogni bambino e ragazzo deve essere in grado di potersi esprimere liberamente ed essere ascoltato.

IMG-20181122-WA0013

All’interno del Centro Zulianello, da circa un anno i bambini e i ragazzi sono organizzati in “famiglie”, con educatori di riferimento, che in parte sostituiscono la figura educativa del padre e della madre, e in questo percorso, attraverso incontri e dialogo, si cerca di  promuovere il coinvolgimento dei bambini e dei ragazzi nei processi decisionali che li riguardano.

Da poco sono iniziate le vacanze estive e i bambini della famiglia Mayankembo sono stati coinvolti in una settimana di “grest” che li ha visti impegnati in attività di artigianato, giochi, momenti formativi, visite culturali e attività teatrale. Un percorso vivace che stimola nei piccoli la creatività, la partecipazione e le qualità personali, che unite a quelle degli altri creano un mosaico di originalità e simpatia.

 

La vita è una missione!

Insieme ai giovani, portiamo il Vangelo a tutti!

Essere attratti ed essere inviati sono i due movimenti che il nostro cuore, soprattutto quando è giovane in età, sente come forze interiori dell’amore che promettono futuro e spingono in avanti la nostra esistenza. Nessuno come i giovani sente quanto la vita irrompa e attragga. Vivere con gioia la propria responsabilità per il mondo è una grande sfida.

(Papa Francesco, Messaggio Giornata Mondiale delle Missioni 2018)

Domenica 21 ottobre, Giornata Missionaria Mondiale,  la nostra comunità, insieme ad un gruppetto di ragazze di Mbanza Kongo, ha realizzato un Incontro missionario-vocazionale nel villaggio Nkoko, rivolto principalmente ai giovani.

WhatsApp Image 2018-10-31 at 20.43.07

L’accoglienza è stata calorosa e il momento di animazione partecipato da un bel gruppetto di giovani, ma anche adulti del villaggio. Abbiamo proposto la figura e il carisma di Madre Giovanna soprattutto nel suo aspetto missionario e insieme pregato Maria, prima missionaria del Vangelo, per imparare da lei ad essere veri missionari.

WhatsApp Image 2018-10-31 at 20.43.08

WhatsApp Image 2018-10-31 at 20.43.09

Angola, paese che sorprende…

Francesca e Francesco sono due volontari italiani che hanno deciso di trascorrere le loro vacanze annuali in Angola, con il desiderio di prendere contatto con il continente africano e poter dare il loro contributo in qualche realtà di servizio. La Provvidenza ha voluto che le nostre strade si incrociassero cosicché, nel mese di settembre,  sono arrivati a Mbanza Kongo, arricchendoci della loro umanità e generosità.

Grazie alle loro competenze professionali hanno potuto organizzare e gestire  un Corso di Progettazione che è stato proposto ad alcuni adolescenti del Centro Zulianello e ad altri esterni. Il Corso ha riscosso interesse e impegno da parte di tutti i partecipanti che alla fine hanno ricevuto un Attestato di Partecipazione.

WhatsApp Image 2018-10-31 at 20.44.33

WhatsApp Image 2018-10-31 at 20.44.28

Francesco, appassionato di fotografia, ci ha lasciato alcuni scatti bellissimi di questa terra… ne condividiamo alcuni con voi, amici! Buona visione!

IMG_0802

Anniversario di Madre Giovanna

” Nata per l’irradiazione della vita, vi lascio la gioia, che è il mistero del Verbo Incarnato in mezzo a noi”  

(dal Testamento spirituale di Madre Giovanna)

14 settembre 2018, Anniversario di Madre Giovanna. Festeggiamo i suoi 130 anni con alcune famiglie e amici di Mbanza Kongo.

WhatsApp Image 2018-10-31 at 20.47.59

Il momento celebrativo e l’agape fraterna si sono svolti nella cappella e nell’atrio della casa dei frati Cappuccini, luogo familiare per tutti noi. Grazie all’animazione suggerita dal nostro Consiglio Generale per tutte le nostre comunità, i nostri amici hanno potuto conoscere alcuni aspetti della personalità di Madre Giovanna e hanno ascoltato la breve testimonianza di suor Liliana, che l’ha conosciuta personalmente, rendendola così ancora più vicina e presente.

 

Speriamo che il carisma di Madre Giovanna, attraverso la nostra piccola testimonianza e condivisione, possa essere di ispirazione e modello per coloro con cui condividiamo il nostro quotidiano.

 

IMG_0004

I piccoli: per proteggerli ed educarli, i giovani: per illuminarli, i vecchi: per confortarli, i malati: per curarli, gli oppressi: per difenderli, i viziosi: per strapparli al male, i gaudenti: per richiamarli a salvezza, gli smarriti: per ricondurli sulla retta via, gli affranti: per sollevarli, i moribondi: per aiutarli nel passo estremo …” (MG)

 

Per stare bene l’uomo deve “dare”…

“Dare” è il verbo umile e forte con cui sempre, nel Vangelo, si traduce il verbo “amare”… amare vuol dire “dare”… infatti ” non c’è amore più grande che dare la vita per i propri amici” (Gv 15,13). L’ amico chiede per dare e ricevere, per essere a sua volta datore di VITA!

Durante il mese di agosto abbiamo sperimentato la gioia e la ricchezza dell’amicizia, che ha reso possibili tanti incontri, tra culture, lingue e provenienze da varie parti del mondo, ma con un denominatore comune: essere amici!

In particolare un’equipe di psicologi, guidati dal dottor Aristide de Marchi, ha accompagnato educatori e bambini in un percorso formativo, che ci ha permesso di leggere la realtà attuale del nostro Centro come una “famiglia” e individuare mezzi e strategie perchè questa famiglia possa stare bene.

Giulia e di Sofia due giovani volontarie, l’una austriaca, l’altra italiana che hanno deciso di trascorrere le loro vacanze scolastiche a contatto con i bambini e i ragazzi del Centro, hanno dato  a tutti noi una bella testimonianza di generosità e disponibilità, che abbatte tutti i muri della differenza e della diffidenza, del pregiudizio e della rassegnazione.

Tanti incontri all’insegna del “dare”, che è una dimensione umana essenziale per crescere e stare bene … vivi se sei accolto e amato, muori se sei gettato via…